Lun - Sab 8.00 - 18.00 Telefono: +39 0825 1492557

Investimenti e calcio: i segreti dei nuovi padroni del calcio italiano

22 Settembre 2020by Staff0

Commisso, Friedkin e Elliot: i big del calcio

Oggi sono tra i più ricchi proprietari di club di calcio in Italia. E sono tutti americani. Commisso, Friedkin e Elliot, rispettivamente i patron di Fiorentina, Roma e Milan, sono stati inseriti nella classifica dei 400 miliardari più facoltosi degli Stati Uniti, classifica stilata con la solita attenzione per i particolari dalla rivista Forbes.
Prima di diventare miliardari di successo, tutti e tre hanno condotto una vita (quasi) normale. E oggi, tra filantropia, attivismo politico, passioni cinematografiche e affari da milioni di dollari sono imprenditori di successo e sono a capo delle tre squadre di calcio italiane. Ecco i loro segreti. E ecco dove hanno scoperto la passione per il nostro calcio e i nostri colori.

Commisso, dalla Calabria alla discoteca per italo-americani

Nato il 25 novembre 1949 a Marina di Gioiosa in una famiglia operaia (il padre era un falegname), Commisso è il fondatore e Ceo della società Mediacom, con sede a Chester, New York, e da circa un anno è il nuovo proprietario della Fiorentina dopo aver preso il testimone dalla famiglia Della Valle (Diego e il fratello Andrea si sono alternati alla guida della società viola).
Secondo Forbes è il più ricco proprietario di club italiani di calcio, con un patrimonio di 5,5 miliardi di dollari.
La Mediacom Communications Corporation è un’azienda di telecomunicazioni statunitense che produce e distribuisce servizi di televisione via cavo, internet, piani tariffari telefonici. Commisso l’ha fondata dopo essere emigrato in America nel 1962, all’età di 12 anni: come primo lavoro suonava la fisarmonica durante le pause tra un tempo e l’altro nei cinema.
Commisso ha anche un passato nel calcio. Anzi, nel «soccer». Grazie alle sue abilità nel calcio, sport che è stato sempre molto diffuso in America a livello studentesco e universitario, si era guadagnato una borsa di studio alla Colombia University, dove si è laureato in Ingegneria industriale. Diversi anni dopo, nel 2013, la stessa Università avrebbe intitolato il proprio stadio «The Rocco B. Commisso Soccer Stadium», come riconoscenza per le molteplici donazioni fatte dall’imprenditore italo-americano alla celebre Università di New York e al campus.

L’arrivo di Rocco alla Fiorentina

Sposato con due figli, il funambolico magnate vuole esser chiamato Rocco, mai «Mr Commisso».
Il 6 giugno 2019 viene ufficializzato l’acquisto della Fiorentina dai fratelli Della Valle per una cifra stimata tra i 160 e i 170 milioni di euro.
Si presenta sempre con sciarpa e cravatta viola e ha una precisa idea sul calcio italiano e americano: «Il calcio americano non voglio dire che fa schifo, qui in Italia la politica non va tanto bene ma il calcio è fenomenale. Lì la politica… è più facile fare cose che in Italia ma il calcio lasciamolo stare, okay?».

Dan Friedkin: il filantropo texano

Nato il 27 febbraio 1965 a San Diego, in California, ma texano d’origine, Friedkin è conosciuto in Italia per esser il nuovo presidente della Roma. Si laurea alla Georgetown University ottenendo un master in Business administration alla Rice University. Oggi risiede a Houston, in Texas, con la moglie e quattro figli. Friedkin si è contraddistinto anche per la sua attività filantropica e ultimamente si è attivato per preservare 6 milioni di acri di terreno vergine in Tanzania.

Paul Elliott Singer, dalla laurea in psicologia al “fondo avvoltoio”

Con un patrimonio di 3,6 miliardi (222esimo posto secondo Forbes), Paul Elliott Singer dal 2018 è a capo (attraverso il fondo Elliott) dell’AC Milan. Nato da una famiglia ebrea a New York il 22 agosto 1944, il padre era un farmacista e la madre casalinga. Consegue la laurea in psicologia all’Università di Rochester nel 1966 e una laurea in legge alla Harvard Law School nel 1969.

Staff


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Chiamaci subito!